Lettori fissi

Alessio Ivan


L’ultimo anno e mezzo è stato particolarmente intenso. Con una buona dose di coraggio, ho ripreso la strada che avevo abbandonato molti anni fa.
Come in ogni ambito della vita, se si vuole realizzare qualcosa di importante, sono necessarie costanza, determinazione e molto lavoro. Evidentemente, a 20 anni ero più portato a sognare che ad attuare una strategia che potesse realmente portare a qualcosa di concreto. Non ero solo: ero il chitarrista di una band e, naturalmente, l’autore della canzoni. L’avventura finì e divenni finalmente una persona seria.
Cosa porta un uomo con una vita ordinariamente soddisfacente a prendere lezioni di canto, registrare vecchie canzoni, scriverne di nuove, girare videoclip ed, infine, realizzare un disco? No, non chiamatela crisi di mezza età, se fosse così la augurerei a tutti! La possiamo chiamare voce interiore, consapevolezza del tempo che passa, oppure si tratta della semplice, fastidiosa sensazione di aver lasciato qualcosa di incompiuto.
La mia vita è cambiata? Sì, ora ho, praticamente, due lavori. Tornerei indietro? Noooo!

1 commento:

  1. Un cantante dalla voce splendida, con canzoni stupende e testi significativi. Complimenti.

    RispondiElimina